corridoi umanitari, diritto d’asilo europeo

11150223_1084711924878063_471316525253725343_nLa più grande strage mai avvenuta nel Mediterraneo.
La responsabilità è delle politiche di chiusura delle frontiere di Italia ed Europa.
Si dia subito il via ad un’operazione di ricerca e salvataggio in tutto il Mediterraneo.
Si aprano canali di ingresso umanitari.
Quando si capirà che il flusso di migranti non si fermerà né dinanzi alle vessazioni dei trafficanti di morte né di fronte ai pericoli di traversate su barconi stracolmi e insicuri?
Quanti morti ancora ci dovranno essere perchè si decida di accogliere la richiesta dell’apertura di canali di ingresso umanitari, offrendo vie sicure di fuga a chi scappa da guerre e violenze?
Ogni minuto perso, accresce responsabilità che ormai sono chiare a tutti.

Martedi 21 aprile alle ore 17.00 davanti alle Prefetture di tutta Italia.
MERCOLEDI’ 22 APRILE ORE 18 PIAZZA STESICORO
MANIFESTAZIONE Antirazzisti/e Catanesi


ECCO IL TESTO DELL’APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE

Basta con le leggi razziali!
Fortezza Europa vergognati!
Diritto d’asilo europeo Subito!
Siamo tutti nella stessa barca

L’ennesima, tragica, strage di migranti della scorsa notte, le continue violazioni dei diritti umani dei migranti che riescono a sopravvivere ai naufragi, sempre più frequenti, c’impongono di non essere più indifferenti e/o complici delle vergognose leggi razziali e delle infami politiche securitarie che in questi anni hanno trasformato il Mediterraneo in un cimitero marino e l’Europa in un lager con coste e territori militarizzati.

Contro il razzismo istituzionale tolleranza zero!

C’è da vergognarsi di non aver fatto abbastanza per impedire il ripetersi di queste tragedie. In questi anni le leggi razziali hanno causato decine di migliaia di morti ma i politici della Fortezza Europa hanno ipocritamente finto di non sapere cosa succede ai migranti che fuggono dalla miseria e dalle guerre “umanitarie” causate dalle criminali politiche neo-colonialiste della “civile” Europa.
Già dall’ agosto del 2013, dopo la morte di 6 migranti ritrovati nella Plaia di Catania, le associazioni antirazziste catanesi hanno lanciato una campagna per il Diritto d’asilo europeo. Oggi più che mai è necessario riprendere il percorso unitario dell’associazionismo migrante ed antirazzista per i diritti dei/lle migranti, a cominciare dal diritto alla vita.
Facciamo appello a tutte le realtà sociali, sindacali,religiose e politiche per dimostrare nei fatti che siamo tutti “Nella stessa barca”, in lotta per un futuro libero dalle guerre e dal razzismo.

ANTIRAZZISTE/I CATANESI